N.2: Isola Plastica “On the wall”.

Dorian Curreli, “Volto d'artista".
Dorian Curreli, “Volto d’artista”.

13089946_10209350578352276_926243332_n

Luigi Lai, "Jazz Nuragico".
Luigi Lai, “Jazz Nuragico”.
Donatella Sechi, "Osserva-azioni".
Donatella Sechi, “Osserva-azioni”.
Francesco Cogoni, "Petrol beach".
Francesco Cogoni, “Petrol beach”.
Barbara Ardau, “Tavor Art Mobil".
Barbara Ardau, “Tavor Art Mobil”.

Domenica 8 Maggio 2016 ad Iglesias, nella Palestra-Laboratorio N.2, si è svolto un intrecciata e fitta giornata d’indagine di senso sul gesto pittorico contemporaneo.
Luogo del confronto è stato il Laboratorio Palestra N.2, dove alcuni tra i più significativi artisti residenti nell’isola si sono confrontati ed hanno dialogato con il loro, stile, linguaggio e ricerca tra loro.
L’idea progetto è quella di rendere lo spazio N.2 una Palestra mobile e dinamica che sappia fotografare e rappresentare plasticamente la condizione dell’arte contemporanea residente nell’isola, preservandola, archiviandola e rendendola fruibile e visitabile.
A questo primo appuntamento d’Isola Plastica “on the wall” hanno risposto presente: Barbara Ardau, Rossana Corti, Francesco Cogoni, Dorian Curreli, Domenico Mimmo Di Caterino, Donatella Sechi, Luigi Lai e Massimo Map Piga, ma si tratta solo dell’inizio di un luogo da edificare, tutelare e preservare.
Fare circolare il linguaggio fra gli artisti e farne oggetto di condivisione e rappresentazione comunitaria è il senso di circola-azione di movimento del Laboratorio N.2 d’Iglesias.

Barbara Ardau. "Il nostro luogo di provenienza".
Barbara Ardau. “Il nostro luogo di provenienza”.
Mimmo Di Caterino, “Movimento".
Mimmo Di Caterino, “Movimento”.
13124773_1332743220086209_3851973915625015801_n
Rossana Corti, “Fiaba Matura”.
Rossana Corti, "Fiaba matura".
Rossana Corti, “Fiaba matura”.
Max Piga, “You do not hide".
Max Piga, “You do not hide”.
Nero, "Underground Solution".
Nero, “Underground Solution”.
Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather