Accademia a Cagliari? Ora è possibile!

#AccademiaaCagliari
#èpossibile
#7Agosto2019
 
Ordine del giorno approvato dal Governo Conte, mozione alla Regione e al Comune, manca la voce ufficiale dell’Accademia di belle Arti di Sassari, ma visto il clima politico trasversale e che le modalità e le strategie operative per istituirla possono essere molteplici, da osservatore a questo punto ritengo che un’Accademia di Belle Arti a Cagliari nascerà.
Nascerà perché è una macroscopica esigenza e mancanza, nascerà perché quello dell’Alta Formazione Artistica è un sistema formativo, prima che culturale ed economico complesso, un sistema quello dell’Alta Formazione Artistica contemporanea che riflette la complessità e l’interconnessione dell’attuale società umana globalizzata.

Il sistema dell’Alta Formazione Artistica è un sistema omeostatico, che sa autoregolarsi.

Cagliari è oggi l’unica città metropolitana Europea e occidentale priva d’Alta Formazione Artistica, questa è una macroscopica devianza formativa culturale, una deviazione della storia che nega il diritto all’Alta Formazione Artistica, che frena la naturale evoluzione dialettica e didattica dei linguaggi dell’arte, che tampona la messa a sistema storico anche dei propri tradizionali linguaggi dell’arte.
L’arte evolve in maniera mobile e imperfetta, per farlo necessita dell’ancora ideologica di un’Accademia che sappia mirare a una connessione tra etica ed estetica, che ambisca a rappresentare e mettere a fuoco la tendenza alla perfezione nelle problematiche del tempo che vive (anche in chiave critica).
Questo secolare ritardo Cagliaritano, in questo millennio offre prospetti e scenari affascinanti per chi come me vive e risiede a Cagliari arrivando dall’altrove, è impagabile l’emozione dell’assistere alla possibile materializzazione di un diritto formativo, esportato ovunque nel mondo fino a essere squalificato dal mercato privato, d’osservare la sua tendenza politica (finalmente) all’autodeterminazione, la sensazione è di potere afferrare finalmente quel Rinascimento e quell’illuminismo artistico Cagliaritano nella realtà mai arrivato, sempre depredato e sfuggito alla pubblica causa formativa comune.
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail