Accidenti! Sembra che l’abbiano fatto bene.

Accidenti! Sembra che l’abbiano fatto bene.

Molto bene! Le bocca a mare sembra di misura adeguata. Sembra tutto in ordine. Meglio di prima.

Alla fine, in sei giorni giorni sembra abbiano fatto un gran bel lavoro.
Chapeau!

D’altro canto, però, la Sardegna è piena di strade importanti ancora chiuse o gravemente danneggiate da alluvioni di anni passati.

Per esempio la strada Tempio-Olbia nel tratto Monte Pinu, spezzata in due dall’alluvione del 2013 nel cui tratto morirono 3 persone, sono 5 anni che è chiusa al traffico.

Pare che i lavori siano stati appaltati e l’impresa stia pure lavorando, ma dopo cinque anni la strada principale della Gallura è ancora chiusa.

Una roba abbastanza difficile da digerire, ma i paesani sardi digeriscono tutto, mandano giù ogni sopruso, ogni ingiustizia… mandano giù persino l’ipocrisia dei propri sindaci che sbraitano “paesitudine” e firmano per l’operazione Massimo Zedda governatore… Massimo Zedda, re incontrastato del cagliaricentrismo più arrogante.

La battaglia tra paesitudine e cagliaricentrismo è una battaglia finta, è moneta falsa per paesani e cafoni ignoranti incapaci di ribellarsi.

Vi do il risultato della partita:
CAGLIARICENTRISMO: 6 giorni – PAESITUDINE: 5 anni

(gli highlights cercateveli voi tra le bacheche dei sindaci)

Antonio Musa Bottero

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather