Alla Hanger Biccoca solo show di Daniel Steegmann.

La mostra di Daniel Steegmann Mangrané presenta una ventina di opere ed installazioni all’interno della sala principale.

Nato a Barcellona, 1977 ma vive e lavora a Rio de Janeiro. L’artista si interroga sulla relazione tra cultura e natura. L’interesse dell’artista per la biologia lo ha portato a indagare complessi sistemi ecologici e a introdurre il mondo naturale all’interno delle sue opere. Nella sua pratica numerosi sono i riferimenti alla foresta pluviale in Brasile – come rami, foglie e insetti – che, uniti a forme geometriche e motivi astratti, aprono a riflessioni sulle complesse dinamiche tra gli elementi che ci circondano.
La sua prima esposizione in Italia presenta più di venti opere realizzate a partire dal 1998 a oggi, che spaziano tra film, ambientazioni in realtà virtuale, ologrammi 2D, sculture e installazioni. L’artista pone al centro del progetto di mostra la dimensione fisica e sensoriale dello spettatore, offrendo nuove visioni sull’intero corpus delle sue opere, messe in dialogo tra loro.

Le sue opere sono state esposte all’IAC – Institut d’art contemporain, Villeurbanne; Nottingham Contemporary, Nottingham (2019); CCS Bard College, New York, Fundació Antoni Tàpies, Barcellona, CAC, Vilnius (2018); Fundação de Serralves, Porto (2017); Medellín Museum of Modern Art, Antioquia, The Green Parrot, Barcellona (2016); Museu de Arte Moderna, Rio de Janeiro, Casa Modernista, San Paolo (2015); CRAC Alsace Centre Rhénan d’Art Contemporain, Altkirch (2014); Casa França Brasil, Rio de Janeiro (2013). I suoi lavori sono stati anche esposti in numerose mostre collettive, presso, ad esempio, Centre Pompidou-Metz, Metz, 14ma Biennale di Lione (2017); 9a Biennale di Berlino (2016); New Museum Triennial, New York, Kadist Art Foundation, Parigi (2015); 9a Biennale del Mercosul, Porto Alegre (2013); 30ma Biennale di San Paolo (2012).

la mostra sarà visibile fino al 19 gennaio 2020

foto di Roberto Scala

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather