Andrea Vicentini a Liberafest San Sperate

Il 25 aprile al Giardino Megalitico di San Sperate, per Liberafest, sarà presente altro pilastro del nostro evento, poeta cagliaritano, che da sempre è presente con le sue poesie. Oggi pubblichiamo l’intervista ad Andrea Vicentini.

Cosa è per te la poesia?
Ogni cosa che ci circonda , ogni fatto ci rimanda innumerevoli “riflessi“.
 La poesia è un’istantanea con la quale il poeta fissa nella carta con i suoi versi uno di questi bagliori.
Ecco perché , tra l’altro, ho deciso di intitolare il mio ultimo libro “Il riflesso delle cose”.
Ovviamente è tutto molto soggettivo come soggettivo è il messaggio che il lettore può trovare tra le parole che scrive e, a parere mio, proprio questo è il bello.
La poesia può essere un mezzo per comunicare messaggi sociali?
La poesia può essere svago o liberazione ma può ,e deve essere, anche impegno al servizio del sociale. Chi scrive ha quasi il dovere di dare voce agli ultimi , agli oppressi e a chi , in generale soffre.
Personalmente sono molto sensibile al dramma dei migranti perché ritengo che questo sia uno dei drammi del nostro tempo e mi stupisce come molti porte ma anche molti cuori siano chiusi.
Secondo te, oggi, si trova difficoltà ad avere spazi pubblici per promuovere readings letterari?
Partecipo attivamente alla scena culturale cagliaritana e non solo, sono attivo sui social per promuovere lo scambio tra poeti e scrittori e credo che da parte dei pubblico ci sia un’attenzione rinnovata.
Reperire spazi pubblici , tuttavia, non è facile ma , fortunatamente abbondano gli spazi privati e le micro iniziative quasi conviviali che tengono viva la poesia nella nostra splendida città.
Hai progetti imminenti?
La mia poesia vive alla giornata comunque spero di riuscire a pubblicare un nuovo libro entro il 2017.
Nell’immediato ho in programma di partecipare a diversi reading e serate poetiche alle quali sono stato invitato insieme alla carissima amica Anna Paola Marturano che da più di cinque anni è la splendida voce pubblica delle mie poesie.
Cosa significa per te la partecipazione a Liberafest San Sperate?
Liberafest è una famiglia caratterizzata dalla gioia delle persone di stare insieme per divertirsi ma anche per riflettere e partecipare è un’emozione che ogni anno si rinnova insieme ai temi sociali che vengono trattati tra musica, dibattiti, associazionismo,poesia , artigianato nella splendida cornice dei giardini megalitici di San Sperate.
Anche quest’anno non vedo l’ora di esserci.
#restiamoumani
#Liberafest
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather