Angelo Liberati: L’ingorgo del tempo creato dagli “Imbecilli”.

Angelo Liberati, Frascati (Roma) 2 giugno 1946
Con Pantoli a Sanroch foto di Giorgio baldini 19 03 2011_
Angelo Liberati e Primo Pantoli a Sarroch, 19-03-2011, ph Giorgio Baldini.
 

 

Angelo Liberati: L’ingorgo del tempo creato dagli “Imbecilli”.

In cosa il tuo linguaggio e la tua ricerca artistica sono radicati nell’isola e nella comunità che vivi?

 Nella luce di Cagliari.

Come sta cambiando l’interazione tra la comunità e il tuo lavoro attraverso l’intermediazione degli smartphone e delle loro applicazioni?

Ancora è lontano il cambiamento, ci sarà comunque nonostante l’ingorgo provocato dagli “imbecilli” giustamente evocati da Umberto Eco, in questo caso “Apocalittico” giustificato.
Senza titolo, 1969, décollage, inchiostri e pastelli su cartoncino cm 70x50
Senza titolo, 1969, décollage, inchiostri e pastelli su cartoncino cm 70×50
 

Ci descrivi il tuo lavoro e la tua ricerca artistica?

Quanto è locale e quanto è globale?

 Mi è sufficiente la mia data di nascita e  l’essere Cittadino del Mondo: 
“Socle du monde, socle magique
n.3 de Piero Manzoni, 1961, Hommage à Galileo”.
Senza titolo_2012_serigrafia_décollage_cm 50x70
Senza titolo_2012_serigrafia_décollage_cm 50×70
 

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather