Antiaccademici privi di “mestiere”!

Per qualche Accademia sarebbe anche vero che è inutile se non dannosa. Però dovrebbero ristrutturarle non chiuderle o snaturarle.

Detto da me forse non ha nessun valore perché ho frequentato l’Accademia più antica del mondo.

Gli artisti contrari alle Accademie sono artisti senza “mestiere” che non capiscono l’importanza del saper fare con mano.

‘Stupido come un pittore’ si diceva, ma si sottovalutava l’intelligenza manuale, quella che ti permette di risolvere un’opera.

Il mito di Cattelan e il mito di Duchamp, la decontestualizzazione  per dare un valore estetico, il primo gesto Dada lo ha fatto il primo uomo che ha raccolto un fiore.

L’arte neo concettuale non potrà mai stare al passo con la cronaca, con la sua bellezza in senso tragico e romantico.

Basti pensare alle immagini degli aerei che si abbattono sulle torri, gli tsunami documentati dai turisti, i pomodori rossi con le cassette blu, e per ultimo il ponte Morandi, con quel trampolino sospeso ed il camioncino verde sul bordo.

Il miracolo di una mano collegata ad un cervello illuminato non sarà mai superata.

Le scuole d’arte sono gli ultimi argini alla barbarie, dovuta soprattutto alla mancanza di creatività, di poesia, di una visione.

Pastorello

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail