Arrivò dal nulla con passo elegante e leggero

Arrivò dal nulla con passo elegante e leggero.

Passò tra gli avventori e con grazia rara si accomodò, incrociò le gambe, sistemò i capelli, quando inaspettatamente, per un attimo, incontrò il mio sguardo e sorrise.

Era bellissima!

Stavo per andar via ma le mie gambe rifiutarono di alzarsi. Ordinai un altro caffè solo per star lì ad aspettare un altro incrocio di gambe, di sguardi, possibilmente di sorrisi.

Poi rispose al cellulare e con la stessa grazie ed eleganza disse tre volte “problematica” e due volte “criticità”.

Le mie gambe si alzarono con uno scatto, le mani pagarono il conto, le labbra salutarono, le gambe uscirono velocemente.
Mi dimenticai persino di essere entrato lì con un amico.

In pochi secondi mi raggiunse affannando:
“Ehi che ti prende?” poi cambiando subito discorso: “Ma hai visto quella ragazza? Era bellissima!”
Bah! Una che dice tre volte ‘problematica’ e due volte ‘criticità’ nella stessa telefonata non la toccherei nemmeno col pisello di un altro.”
“Bah! Tui deppist’èssi caghinèri”.

Antonio Musa Bottero

Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather