Basta con le lettere a Salvini

Basta con le lettere aperte a Salvini.

La rete pullula di lettere aperte di insegnanti, educatori, cittadini di ogni professione e provenienza al Ministro dell’interno del governo (quasi) dimissionario.

Tutte cominciano con la formula rituale “Caro Salvini”, “Caro Ministro” ecc.. Beh, basta. Salvini è un fascista e un razzista, un avversario politico di chiunque abbia un po’ di sale in zucca e domani, probabilmente, un nemico del sistema politico in cui viviamo, sgangherato quanto vogliamo, ma pur sempre democratico.

Non è un nostro interlocutore.

Non si scrivono lettere aperte agli avversari politici, ma li si combatte politicamente, se ne siamo capaci.

Alessandro Dal Lago

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather