BLACK FRIDAY

BLACK FRIDAY

Qualunque uomo intellettualmente e sessualmente attivo se ne sbatte i coglioni del Black Friday.
Un uomo che si rispetti consuma vita, non prodotti.

Un uomo che si rispetti non “usa e getta” ma aggiusta, fa durare, ripara, ripara il suo corpo consumato, il suo animo ferito, gli amori, le relazioni, ama cose e persone nel loro decadimento, nella bellezza abbagliante che producono nell’ineluttabile cammino verso Ade.

Tornate a casa e abbracciate la vostra donna, accarezzatele il viso, guardatela, pensate a quanto amore ha regalato e regali a un testa di minchia come voi, a quanta gioia e quanta fatica a riparare, a salvare, a non buttare via… a non buttare via.

Sì, lo so, è un rischio, è probabile che la vostra donna, sentendo quelle carezze, vi assesti un calcio ai coglioni pensando di trovarsi di fronte un estraneo, o magari si è dimenticata delle vostre carezze, o semplicemente vi ha già bell’e sostituito in altri black friday passati con un altro testa di minchia come voi o con un toy boy imbottito di viagra e anabolizzanti.
Eh, sì.

Uno nella vita può diventare talmente morto da diventare “usa e getta” esattamente come le persone e gli oggetti che egli stesso ha usato e gettato.

In questo caso lasciate perdere, considerate nullo tutto quello che ho scritto e affrettatevi ad andare su amazon.it ché le offerte stanno per scadere.

Antonio Musa Bottero

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather