Bottero e il passante…

PASSANTE:
“Non riesco a dimagrire, non è colpa mia, ho tutto sulla pancia e sul culo, credo sia una questione genetica, non è giusto farmene una colpa!”

IO:
“Dal punto di vista morfologico sei una via di mezzo tra Trimalcione e il commissario Basettoni?

PASSANTE:
“Sì, esatto… anche per loro deve essere una questione genetica”

IO: “Ma che minchia questione genetica!”

PASSANTE:
“E allora cos’è?”

IO:

“Qualche volta hai messo in gioco la tua vita?”

PASSANTE:

“Mai, e perché avrei dovuto?”

IO:
Qualche volta sei andato contro le tue paure per una causa superiore?”

PASSANTE:
“No, quando mai!”

IO:

“Però ti schieri sempre per i buoni sentimenti, fai carriera e proselitismo coi buoni sentimenti?”

PASSANTE:

“Sì, sono sempre dalla parte dei buoni, è chiaro”

IO:
“E ti applaudono molto?”

PASSANTE:
“Moltissimo”

IO:
“E non potresti fare a meno di tanti applausi, almeno per una causa superiore?”

PASSANTE:
“No, non potrei… tanto decido io cos’è una causa superiore”

IO:
“E quando parli di israeliani e palestinesi, sei di quelli che… “entrambi hanno torti e ragioni”?”

PASSANTE:

“Certamente! La ragione non sta mai da una parte sola, come dicevano i latini: in mediu…

IO:

“Zitto coglione! Non è questione genetica… è che sei un vigliacco impostore e la vigliaccheria si deposita tutta sul culo e sulle guance. La questione è evidentemente etica”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail