Cagliari Art Magazine: flusso d’arte interconnesso e mobile

La storia di Cagliari Art Magazine comincia con un invito accettato con entusiasmo, una  proposta di Giovanni Manzo nel 2014, ideatore e curatore di Napoli Art Magazine ed artista e pittore di chiara fama.

Proponeva di fare nascere sulla scia della esperienza Napoletana un “Cagliari Art Magazine”.

Dal 2016 Cagliari Art Magazine nel nome dell’autonomia e delle specificità culturali ed artistiche dell’isola e di Cagliari, prendendo atto dell’anomalia del sistema dell’arte Isolano che poco ha in comune con altre realtà metropolitane Italiane ed Europee, decide di proseguire il suo processo di narrazione dello stato dell’arte contemporanea nell’isola svincolata dagli altri progetti editoriali di Giovanni Manzo, che decide di cedere la proprietà della webzine allo scrivente.

Grafica: Barbara Ardau.

Accettavo nel 2014 la proposta di collaborazione pensando che Cagliari avesse bisogno di rilocalizzare la propria cultura e i propri linguaggi dell’arte.

Rilocalizzare vuole dire prima di tutto “deglobalizzare”.

"Artfucking" https://www.caosfera.it/libri/artfucking/
“Artfucking”
https://www.caosfera.it/libri/artfucking/

Quella che viene chiamata “globalizzazione” di fatto riduce l’artista a uno strumento di competizione economica e politica che contribuisce alla scomparsa di culture e linguaggi.

Cagliari Art Magazine  si occupa dal 2014 di fare emergere e rendere visibili le produzioni artistiche locali.
Nell’isola e a Cagliari, spot politici e propaganda a parte, la tragedia nel settore dell’arte e della cultura acuta.

Il tentativo della webzine è quello di fare comprendere attraverso la voce e i testi degli stessi artisti che l’isola la abitano e la vivono, che l’isola non è “terza Italia”, rilocalizzare ed informare sul ruolo che si esercita nel proprio territorio per mostrare lavori ed attività artistiche che sono già presenti nel territorio per reimpiantarle.
Anteporre la storia di una comunità e di chi la vive a processi di marketing culturale di distribuzione e d’imposizione.
Questo non può farlo la politica, gli artisti in quanto bene pubblico e comunitario devono imporlo alla politica, sono la reale voce libera di un territorio per status sociale.

Cagliari Art Magazine è una webzine politica, ma non di alcun partito, per imporre la tutela del lavoro degli artisti che vivono e animano la comunità in quanto beni pubblici.

L’ambizioso progetto ed obiettivo comune di questa webzine, è quello di reagire, da ora, a scenari di globalizzazione dei linguaggi artistici attraverso la costruzione visibile di reti di relazioni, di saperi culturali e di manualità, di riappropriazione dei saperi perduti rafforzando l’autonomia, l’identità e la specificità culturale del territorio che si vive ed anima.
Sviluppare una resilienza artistica e resistere allo shock di un possibile territorio privo di un mercato dell’arte, un altro mercato dell’arte lo si determina soltanto attraverso l’autonomia degli artisti.

La questione centrale di Cagliari Art Magazine è che la cultura e il linguaggio artistico non sono cultura economica del libero mercato privato.

L’artista non nasce individuo e non nasce uomo isolato, semmai lo diventa; l’arte ha bisogno di fisiologici legami culturali e sociali, senza di questo è disperazione e becera competizione.
I linguaggi dell’arte sono una forma di ricchezza da tutelare nei territori che abitano in comune, sono dei beni relazionali che in quanto tali rendono un accredito materiale.
Cagliari Art Magazine è uno strumento a tutela degli artisti contro la frustrazione mirata e indotta che tende a debellarli, a estinguerli ed omologarli.
Magazine informativo mirato a rappresentare una rete solidale e di aiuto informativo reciproco tra artisti.
Il termine resilienza in questo taglio di progetto editoriale, consiste nel riuscire ad adattarsi in maniera flessibile alle sfida che questo tempo storico impone.
Nessun portfolio e nessuna specializzazione , non si vuole creare una idea di produzione razionale finalizzata al trend economico, si vuole sviluppare la resilienza di una città con i suoi artisti ed i loro linguaggi in transito in questo tempo storico, si vuole processualmente anteporre l’autonomia specializzata dell’artista ad una economia che lo vorrebbe annientato.
Siamo ovviamente consapevoli che questo progetto editoriale muove da un momento e un tempo di crisi, un momento che può essere una opportunità da cogliere per il Comune di Cagliari, i tagli del bilancio riducono i beni pubblici, scompaiono scuole in zone periferiche, noi stiamo ovviamente dalla parte di chi difende lo stato sociale contro la privatizzazione e l’ultraliberismo che impongono i linguaggi dell’arte determinati da quotazioni di marketing costruite a tavolino e che arrivano dall’altrove, per questo creiamo una piattaforma che sia una oppurtunità per elaborare sistemi di diffusione dei linguaggi dell’arte alternativi per costruire un altro modello.
Su Cagliari Art Magazine non si racconta di un mercato dell’arte in crescita determinato da case d’aste internazionali e neanche di grosse etichette discografiche che dettano l’agenda del gusto e allontanano dalla propria cultura, non si schiaccerà l’acceleratore verso l’omologazione planetaria del gusto e dei sensi, non si mostrerà un mondo unico con un pensiero di fondo unico.

Accettiamo e mostriamo le diversità creando un dialogo interculturale tra linguaggi ed artisti; immaginiamo il futuro della specificità dei linguaggi dell’arte a Cagliari sulla base della propria specificità storica, dalle fondamenta delle proprie tradizioni comunitarie in dialogo con gli altri.

Mimmo Di Caterino, coordinatore della rete di Cagliari Art Magazine dal 2014

Per acquistare "Oltre il sistema dell'arte" basta una paypal al link http://www.booksprintedizioni.it/libro/Saggistica/oltre-il-sistema-dell-arte
Per acquistare “Oltre il sistema dell’arte” basta una paypal al link http://www.booksprintedizioni.it/libro/Saggistica/oltre-il-sistema-dell-arte
Per acquistarlo basta una paypal al link http://www.booksprintedizioni.it/libro/Arte/altro-sistema-dell-arte
Per acquistarlo basta una paypal al link http://www.booksprintedizioni.it/libro/Arte/altro-sistema-dell-arte
http://www.booksprintedizioni.it/libro/Saggistica/dentro-il-sistema-dell-arte
http://www.booksprintedizioni.it/libro/Saggistica/dentro-il-sistema-dell-arte