Ci ha lasciato Gaetano Brundu.

Lo si potrà salutare domani Martedi 10 Marzo e Mercoledi 11 Marzo nella sala mortuaria del Brotzu, camera 2, dalle 8 alle 19.

Leggo un post su Facebook di Francesca Ghirra, ci informa della scomparsa del Maestro Gaetano Brundu:

“Ho appena saputo che Gaetano Brundu ci ha lasciati: un grande artista, instancabile sperimentatore dal carattere schivo e riservato che con i suoi ‘baffi’ ha costruito l’immaginario di tanti di noi. Chi vorrà potrà salutarlo domani e dopo alla sala mortuaria del Brotzu, camera 2, dalle 8 alle 19.

Su sua richiesta non si celebreranno i funerali”.

Gaetano Brundu
Gaetano Brundu

Gaetano Brundu, 

Cagliari nel 1936 – 2015.

Gaetano Brundu e i suoi baffi.


Nel 1959 espone al Portico S. Antonio di Cagliari i suoi “sacchi” mentre sono del 1964 i Paesaggi Mediterranei e le Colline.
Nello stesso anno firma, con Mazzarelli, Pantoli e Staccioli, il manifesto del Gruppo Iniziativa.
Dal 1965 al 1967 vive a Parigi frequentando i noti vernissage al museo Maeght e alla Galleria Sonnabend.
Negli anni Settanta, ormai tornato a Cagliari, frequenta lìArt Duchamp e realizza murales a Monastir, Selargius e Settimo San Pietro. Dal 1998 si dedica alla sperimentazione al computer “firmando” fotografie con i suoi noti “baffi”.

Lo salutiamo ascoltandone la voce in una intervista radiofonica dove dialoga con Tonino Casula, perché per comprendere la poetica di un artista bisogna saperlo ascoltare quando dialoga con n altro artista.

Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather