#ContaminAzione #Mandas #Siurgus #manuinvisible

“Arte oggi vuole dire tante cose, tante professioni e specializzazioni di genere, ragion per cui, se qualcuno di voi aveva scartato la formazione liceale artistica e/o musicale ritenendo d’essere sprovvisto di talento divinamente calato dall’alto, sappia che si sbagliava.
Nell’ambito dell’indirizzo musicale c’è la materia di tecnologie musicali, che consente di registrare basi, suoni, di ricampionare e remixare il suono, aprendo le porte della possibile autoproduzione, strumento che anche in questo momento storico pandemico, consente ai musicisti di non perdere la connessione con il proprio pubblico attraverso la logica del download.
Nell’indirizzo artistico dopo il biennio comune c’è la possibilità di proseguire nel triennio di corsi come Audiovisivo e Multimediale e Grafica, indirizzi che consentono un immediato inserimento professionale e che per questo s’incontrano anche nella formazione tecnico professionale, ovviamente però in un Liceo, un grafico e un operatore audiovisivo e multimediale, non saranno solo dei professionisti tecnici, ma creativamente attingeranno dalla storia dell’arte, dalla filosofia e dai tutti quei saperi umanistici e scientifici comuni a tutto l’asse dei Licei, quando determineranno la loro comunicazione creativa.”