#Coscienzacreativa #inadeguatolab #Quartu #Bellavista

“…gli studenti del corso di Grafica, sono i più smaliziati del Foiso Fois, sono quelli che sanno intercettare le nostre pulsioni e alimentare il nostro desiderio di possesso per questo o quel brand che ci pare essere fatto appositamente per noi.
Sappiate, che ogni qual volta vi trovate dinanzi a una felpa con un logo che riflette la vostra identità in un’ambito comune, un’etichetta di un profumo, una copertina di un libro o di un cd che vi attrae, dietro quella comunicazione c’è un grafico che ha lavorato per sedurvi, attrarvi e interessarvi, vedo un dito alzato, vai con la domanda…
-…ma sono pagati?
-…gli studenti?
-…, allora, non so che sia detto prima, ma gli studenti studiano, la scuola non è un agenzia del lavoro, non promette inserimento nel lavoro, l’orientamento è finalizzato a intercettare il percorso di studio che intercettato le vostre vocazioni e passioni, possa consentirvi d’arrivare al diploma, lo studente che studia con passione e attraverso il suo metodo di studio sa fare comunicazione grafica, in quanto professionista è pagato, ma questo avviene dopo avere studiato ed essersi appassionati verso ciò che si studia.
Non credete a chi vi dice il contrario, il lavoro s’ottiene se si studia, altrimenti come ci si potrebbe autodeterminate creativamente?
Come ci si potrebbe distinguere da un altro, in un contesto dove tutti farebbero altrimenti le stesse cose se non con lo studio?”.