Decapitato il Sant’Efisio d’Antonello Pilittu

 

Oramai è questione nota, come a La Maddalena spiaggia di Capoterra, in questi anni sia aumentato in maniera esponenziale il turismo, ma decapitare seppur accidentalmente la testa del surreale di Sant’Efisio del Maestro Antonello Pilittu non dovrebbe accadere, la Scultura celebra il Santo ponendolo a cavallo di un gatto che porta in dono pesci in segno di prosperità e di pace cristiana.

Martirio Plastico per Sant’Efisio

Visto il danno segnalato da Cristiano Piscedda dell’American Beach, che prontamente ha recuperato il frammento staccato, immaginiamo sia accaduto incidentalmente, spesso ci capita di osservare turisti e bagnanti occasionali che si avvicinano con curiosità mentre fare i bambini giocano a cavalcioni della Scultura, ma l’arte residente (soprattutto quando ha un così forte messaggio simbolico) va rispettata.

Il danno è stato segnalato al Sindaco Francesco Dessi e all’assessore Gianluigi Marras, verranno visionate le telecamere per individuare eventuali responsabili, noi ci dichiariamo sicuri che non siano Capoterresi.

Ben vengano i turisti in aumento esponenziale da anni, sono una grande ricchezza e risorsa per tutta la comunità, si capisca semplicemente che oltre il sole e il mare, a Capoterra e nell’isola tutta, c’è tanta arte e cultura residente da preservare, nell’isola come ovunque l’arte non è un gioco.

L’amministrazione Comunale ha già fatto presente che s’attiverà per i dovuti accertamenti, dal momento che in quella zona ci sono le telecamere dell’ufficio turistico, visionato il punto di rottura, pur considerando di non sapere cosa è avvenuto, sembra che la testa del Santo sia stata quasi “tirata” dall’interno, come se qualcuno a cavalcioni del gatto, dietro il santo, si sia appeso alla testa e sembra una cosa che possa fare solo un bambino incapace di distinguere tra una Scultura e un giocattolo.

La Scultura “Sant’Efisio prospero” del Maestro Antonello Pilittu durante il Simposio di Scultura internazionale residente “Martirio Plastico” appena terminata nel Maggio 2017.
La testa del Santo staccata.
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail