Dedicato a chi crede di essere artisticamente “avanti”…

DEDICATO A chi crede di essere artisticamente “avanti”, “oltre”, denigrando e disdegnando quel che rappresenta “la tradizione“.

State accorti!

Chi si fregia di avere tali doti o è un genio o è un cialtrone.

In attesa di lasciare ai posteri l’ardua sentenza, imparate a disegnare un naso, prima di pisciare su una tela con cromatismi di cui solo voi cogliete lo stupefacente magnetismo; imparate ad articolare e leggere, recitare è già una parola grossa, prima di grugnire, o meglio, abbaiare; imparate a suonare uno strumento prima di improvvisarvi a improvvisare.

Perché avete un po’ rotto i cosiddetti con questo vuoto e saccente modo di considerarvi “oltre” un certo vecchiume.

Alla morte di Ronconi ho letto commenti imbarazzanti di sedicenti ‘artisti’ che, son certa, di Ronconi non hanno mai visto nulla e non hanno la misura di quel che dicono.

Arrivo a un episodio accaduto una sera di qualche anno fa.

Una mia cara amica, in assoluta buona fede, mi presentò un tipo:

 – Elena ti presento xxx. sai, fa teatro come te! è un attore.

ed io:

– Davvero? tanto piacere!.

Lui mi guardò con aria di sufficienza e con voce (secondo lui) impostata replicò: 

-Si, ma sai, io non sono di quegli attori del tipo ‘mi passi (pausa) quel bicchiere?

Io rimasi un poco basita e risposi:

Capisco, però, scusa se mi permetto, la pausa dopo ‘mi passi’ va levata. comunque …,  interessante … , che percorso hai fatto?

Sei un grotowskiano?’

Mi guardò stupefatto, evidentemente ignaro di chi sia stato il grande Grotowski, e balbettò con un riso imbarazzato :

No, ma sai, io vado sul palco perché sono molto esibizionista, lo faccio per il mio ego.

Ed io:

Ah! capisco, allora tanta merda al tuo ego. 


In conclusione, imparate a leggere Dante, Shakespeare, e qualcun altro di questi sfigati dinosauri, studiate Beckett, prima di dimenarvi e sudare sul palco, prima di rinnegare chi ha fatto la STORIA.

Perché ho seri dubbi che voi entrerete nella letteratura.

Carmelo Bene ha pisciato sul pubblico borghese della prima fila.

Ma lui era un genio, mentre voi, con rispetto parlando non lo siete affatto.

Io la vostra urina non me la bevo e sono certa che non se la berrebbe neanche lui.

Saluti!

Elena Pau