Diario di un orientore #Samassi #Serramanna

“Licei Artistici che comprendano anche la formazione superiore Musicale, in Italia non ve ne sono più di dieci, questo è naturalmente un valore aggiunto, pensate a quanto sia connessa la formazione artistica a indirizzo Audiovisivo e Multimediale e la formazione musicale ad esempio; pensate a come tracce e brani musicali siano spesso accompagnati da videoclip promozionali, pensate alle colonne sonore dei film o a quanto sia importante la musica che accompagna uno spot pubblicitario, questo ovviamente per sintetizzare dal momento che il linguaggio artistico e quello musicale si originano con la comunicazione dell’umano, dal momento che l’uomo comincia a scrivere su pietra e tavole d’argilla e comincia a suonare la pietra come primo strumento, pensata a come Pinuccio Sciola abbia connesso in tal senso la Scultura al suo suono e alla sua musica naturale.

“Il linguaggio artistico e quello musicale si originano con la comunicazione dell’umano, dal momento che l’uomo comincia a scrivere su pietra e tavole d’argilla e comincia a suonare la pietra come primo strumento, pensata a come Pinuccio Sciola abbia connesso in tal senso la Scultura al suo suono e alla sua musica naturale.”


Tornando al nostro Liceo e al distinguo tra i due indirizzi (quello Artistico e quello Musicale), va compreso come in entrambi i percorsi si imposti e si favori una mentalità progettuale (o se preferite compositiva creativa) nell’ambito delle ore d’indirizzo, lo studente del Liceo Artistico osserva, riflette e poi si esprime creativamente e progettualmente in relazione alla problematica d’indirizzo di riferimento, mentre lo studente del musicale ascolta, riflette e si esprime musicalmente, questo per dirvi che l’ambiente formativo del Foiso Fois è nella pratica laboratoriste multisensoriale…”.

Dal diario di un orientatore, Samassi-Serramanna, 9-1-19

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail