Ero un fanatico di facebook

Ero un fanatico di facebook, mi piaceva molto, mi divertivo, mi distraeva.
Sapevo che dall’altra parte c’era qualcuno che aveva un computer davanti, annoiato, curioso, disposto a cazzeggiare.
Ora è diventato noioso, ripetitivo. Sta dietro alla cronaca della tv che in quel periodo sembrava destinata all’estinzione.
Col telefonino in mano siamo tutti in diretta sulla nostra vita che imita la vita degli altri. Viviamo la vita degli altri.
Siamo televisivi.
Vogliamo essere tutto tranne noi stessi, vogliamo essere ovunque tranne dove stiamo. Vogliamo vivere per sempre ma non viviamo che la vita degli altri.
Pronti ad insegnare agli altri ad essere giusti e felici, le cose che noi non riusciamo a fare.
Penso.
Penso pensieri di altri ma se spengo il telefono spariscono, sparisce anche quello che ho appena scritto.

Pastorello

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather