Fois: utili con creatività!

Fois: utili con creatività!
 
#Alfieri #Sinnai #Senorbi
 
“L’orientamento serve non ad accalappiare studenti (o come dice qualche orientatore “clienti”), non è funzionale a incrementare numeri, non si studia per status, si studia per servire ed essere funzionali alla comunità, si è utili quando si studia con passione, per il piacere di farlo.
A prescindere dall’indirizzo e del percorso di studio che sceglierete, v’invochiamo di continuare a studiare, non c’è professione che non necessiti di studio quotidiano.
In questo momento della vostra formazione, per noi orientatori è fondamentale per aiutarvi a comprendere, quale percorso di studio possa appassionarvi di più.
Senza passione naturalmente manca la dedizione, e questo può determinare demotivazione: quella demotivazione che può fare sentire lo studio come forzato, lo studio è naturale, sappiate che noi sapiens studiamo come evolvere da più di 40000 anni a questa parte.
Studiare a cosa serve?
Non a renderci servi di qualcuno o qualcosa, ma a renderci utili a qualcuno o qualcosa.
Non c’è piaga sociale e attentato comunitario più grande che non studiare, servire alla comunità necessita di studio, lo studio ci rende non servi d’esigenze altrui, ma funzionali e necessari alle esigenze altrui.
Le scuole sono tutte speciali, nel panorama degli indirizzi liceali possibili, i nostri indirizzi si distinguono per la progettazione di contenuti e linguaggi creativi e trasversali:
quanto vi sentite creativi?
Quanta voglia avete di formarvi progettando il vostro punto di vista sulle cose che determinano, che utilizziamo e che osserviamo in questo mondo, dalla vostra prospettiva?”