Foiso Fois: l’arte educa alla complessità!

#Decimomannu #Orientamento 

Foiso Fois: praticare l’arte educa alla complessità!

 
Essere creativi, essere artisti, oggi non vuole soltanto dire essere portati per il disegno.
Una mente creativa, una mente artistica è altra cosa, per questo nel mondo dei licei, i licei a indirizzo artistico, sono gli unici strutturati con un biennio d’indirizzo grammaticale comune di pratica dell’arte, al termine del quale lo stesso studente seleziona il suo percorso di studio triennale, auto determinando il proprio percorso d’indirizzo.
Il biennio comune, serve a comprendere, attraverso la grammatica di base pratica dei linguaggi dell’arte, che tipologia d’intelligenza artistica e creativa si abbia.
Chiaro che i contenuti di studio, delle materie comuni, a tutti gli studenti di tutti i licei, troveranno terreno fertile in un indirizzo che lo stesso studente sceglierà in base alla propria indole e attitudine.
Chiaro che uno studente d’Arti Figurative, sarà diverso da uno di Architettura e Ambiente o Design, e di uno d’Audiovisivo Multimediale e Grafica, ma nella pratica, questi diversi profili di studenti, acquisiranno un metodo di studio e una mentalità creativa, che li porrà in condizione di potere accedere a qualsiasi percorso di formazione Universitaria e Alta Formazione Artistica, se non di potere accedere direttamente al mondo del lavoro.
Indirizzi come Grafica e Audiovisivo e multimediale, sono attivi anche all’interno di percorsi di formazione tecnico professionale, ma chiaro che nel caso di un Liceo, non si tratterà solo di profili tecnici, ma di figure che attraverso un biennio di formazione grammaticale comune pratico dell’arte, e di contenuti creativi veicolati da un monte ore di materie di studio liceli comuni (Storia dell’Arte, Filosofia, Matematica e Fisica…), si ritroveranno  un bagaglio d’attrezzi di lavoro (da potenziare sempre e comunque, non si finisce mai di studiare per vivere e gli esami non finiscono mai) più ampia e capiente in uscita.