#gonnosfanadiga #OrientArti

#gonnosfanadiga #OrientArti

“Non lavora chi non si appassiona a un percorso di studio, non c’è lavoro nel quotidiano che non vada sempre studiato e approfondito per farlo al meglio.
Io non ho mai conosciuto nessuno fare bene un lavoro senza appassionarsi, un lavoro senza passione è fatto per costrizione, questo è il motivo per cui v’invitiamo a diffidare da Licei e Istituti che promettono il lavoro, il lavoro esiste se ci sono il talento, la passione e la vocazione necessari per realizzarlo, nel caso dei linguaggi dell’arte e della musica quello che accade è fare di se stessi il proprio lavoro, attraverso il proprio studio e la propria ricerca.
Io non ho mai conosciuto un musicista non innamorato del proprio lavoro, perché il proprio lavoro è la sua passione, la sua identità, il suo stile di vita, quello che lo rende identificabile socialmente e culturalmente, lo stesso vale per tutte le altre professioni dell’arte.
Un pittore non può non amare la pittura, uno Scultore non può non amare la pietra, un Architetto non può non amare le strutture che progetta in relazione alla loro funzione e all’ambiente dove sono destinate, un Designer non può non amare il progettare oggetti funzionali che abbiano una loro esteticità etica, un filmaker non può non amare la narrazione fatta di immagini, prospettive, suoni e/o rumori mirata a coinvolgere lo spettatore.
Voi conoscete qualcuno in grado di fare bene un lavoro senza amarlo?
Fatemelo conoscere, io ho sempre conosciuto persone che fanno bene il loro lavoro perché è la loro passione, un studente è un bravo studente quando si appassiona al suo percorso di studio , lo stesso vale per i linguaggi dell’arte, se ci si appassiona a loro, si autodetermina il proprio lavoro, perché si diventa naturalmente il proprio lavoro, questo, solo questo conferisce valore a un percorso di studio.”

Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather