GUERRA SFRONTATA, INTRIGANTE E SENSUALE COME TE

ZELENSKY E FIRST LADY SU VOGUE
(PER UNA GUERRA SFRONTATA, INTRIGANTE, SENSUALE: PROPRIO COME TE…)
E mentre, come è ormai prassi consolidata nelle campagne elettorali italiane, i principali quotidiani liberal gridano al rischio di deriva fascista per cercare di scongiurare la probabile vittoria di Meloni & Co, la guerra ucraina – che doveva finire entro poche settimane grazie al massiccio invio di armi e all’appoggio incondizionato di Europa, USA e NATO che avrebbero dovuto riportare a più miti consigli il dittatore Putin – ha ulteriormente aggravato la sua situazione, innescando una devastante crisi economica in diverse aree del pianeta, con il rischio concreto di escalation nucleare sempre dietro l’angolo.
Cari quotidiani “liberal”, magari i fascisti stessero soltanto in Fratelli d’Italia…
Il fascismo è purtroppo un fenomeno ben più trasversale, capillare e sotterraneo e si esemplifica anche nel sostegno a battaglioni neo-nazisti integrati nell’esercito ucraino nel silenzio assordante e complice delle democrazie occidentali, nella diffusione di uno spietato modello neoliberista 3.0 sempre più iniquo, classista e guerrafondaio e nella spettacolarizzazione panoptica e distopica della guerra utilizzata per dare sfogo al proprio ego sconfinato e assecondare i diktat dei potentati multinazionali, mentre il tuo Paese viene raso al suolo.
Piero Tomaselli