I canini degli stupidi!

Le peggiori fregature lavorative in vita mia le ho prese da persone più stupide di me.
Credevo di essere il più intelligente fra i due, e quindi abbassavo la guardia.
Da persone più intelligenti di me invece non ho mai avuto danni:
sapendo che potevano manipolarmi e raggirarmi, soppesavo ogni loro parola, analizzavo ogni gesto e contrazzione del volto, mi prendevo giorni prima di firmare un foglio o chiamare un contatto che mi avevano passato.
Il problema non è quindi l’essere il più intelligente nella stanza, ma l’essere sempre il più diffidente:
per quanto una persona possa sembrare stupida, ingenua, di buon cuore bisogna ricordarsi che quando ti sorride mostra i canini, e li mostra perché tu sappia che li può usare se gliene dai l’opportunità.
Federico Leo Renzi