I No Vax restano liberi!

L’arresto della campagna vaccinale, con le prime dosi che avanzano a rallentatore nonostante il green pass sia necessario ovunque, dimostra una cosa:
nemmeno una pressione fortissima da parte di un esecutivo compatto in perfetto accordo con i potentati economici del paese riesce a imporre al 100% della popolazione un atto e una fede contraria alle proprie convinzioni.
Nemmeno la minaccia della morte sociale ed economica è riuscita a smuovere il 20% di popolazione che preferisce diventare invisibile piuttosto che vaccinarsi, eppure -tolto l’uso della forza pubblica- l’esecutivo non ha lasciato nulla d’intentato:
ricatti, campagne mediatiche martellanti fino al parossismo, la demonizzazione dei renitenti, la continua prospettiva di deprivazione economica, malattia, morte nel caso non ci si volesse proprio recare all’hub vaccinale.
Questa opposizione sorda, individuale, anarcoide ci suggerisce altre due considerazioni:
il suo essere decentrata e radicata in decine di migliaia di convinzioni individuali la rende impossibile da eradicare da parte dello stato, che non trovando organizzazioni, leader, ideologi, luoghi fisici di raduno non sa come reprimere con la forza la dissidenza.
L’altra faccia della medaglia è che questo darsi alla macchia puramente individuale non crea alcuna organizzazione politica, leadership, prospettiva ideologica capace di mettere in crisi il governo, che così rimane saldamente in sella nonostante non riesca ad imporre la sua volontà ai ribelli.
Federico Leo Renzi
Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather