IL LAVORO E IL BIG MONEY

DIALOGHI IMPROPONIBILI: IL LAVORO E IL BIG MONEY

Per questa edizione dei dialoghi ho scelto un tema caldo, su cui ho sentito perle di raro surrealismo. Eccole a voi

1- “Faccio l’artista, ma anche no”: con un trapper che mi ferma dopo una conferenza su trap e marketing

A: “Da quello che ho capito nel trap non si guadagna tanto”
Io: “No, i soldi che si ostentano sono in gran parte inventati”
A: “Perchè io avevo iniziato pensando che qui girasse il big money, invece tu mi dici non si prende tanto”

Io: “E’ come in qualsiasi lavoro oggi, i top class come Sfera prendono tanto, gli altri lottano per le briciole”

A: “Ma allora mi dici un lavoro dove si facciano i soldi? Io divento anche banchiere o avvocato e fanc*lo la musica che neanche mi piace”.


 

2- “Mi devono dar soldi, sono la più bella che beve Red Bull“: una diciottenne ad una conferenza mi contesta il fatto che l’influencer sia un lavoro

A: “Non sono d’accordo su quello che dici, l’influencer non lavora”
Io: “Non è proprio così… dietro ad una foto c’è la palestra, una sessione trucco, la dieta, i contatti con manager e fotografo, sistemare lo scenario ripreso, ecc”
A: “Io faccio l’influencer per la Red Bull”
Io: “Davvero? Che contratto ti hanno fatto?”
A: “Nessuno, io faccio 6 stories al giorno mentre bevo Red Bull e li taggo, quando si accorgeranno di me mi pagheranno per riprendermi mentre bevo il loro prodotto”
Io: “E da quanto lo fai?”

A: “Da un anno.

Quello che controlla Insta dev’essersi addormentato, ho guardato in giro e sono la più bella fra le tipe che bevono Red Bull. Le controllo tutte… le conosco tutte”


 

3- “Non è che devo saper fare qualcosa, basta esserci e dirlo su Insta” : lo scambio di messaggi fra me e in un influencer che ho contattato per una serata nel mio locale

Io: “Ciao K., ti contatto per chiederti se faresti una serata al mio locale”
K: “Certo, sono 300 euro”
Io: “E cosa fai per 300 euro?”
K: “2 Stories, 4 foto e una diretta dal tuo locale”
Io: “Sì, ma mentre fai cosa? Tipo balli, presenti gli artisti, fai dj set?”

K: “Non ho capito. Io faccio le stories. Io faccio quella che sta nel tuo locale e lo dice su Insta”

Io: “Ah… ma questo lo fa già lo staff comunicazione e le ballerine, che oltre a farlo lavorano”

K: “Sì ma io sono una professionista con 100 mila followers dell’andare nei posti e dire che ci sono andata. Che poi nei locali dopo 5 minuti mi annoio e me ne vado, o se proprio mi vuoi lì mi nascondo in bagno e mi taggo dal bagno”

Io: “Ah

Federico Leo Renzi

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather