Il naufrago di Bruno Meloni al Bastione

È giunto dal mare, naufrago sulle coste cagliaritane.

Con fatica si è arrampicato lungo le alte mura della città.

Stremato, cerca di issarsi sul parapetto, di scavalcarlo. La salvezza è a un passo, dentro la fortezza.
Che farà? Che faremo?


Il nuovo arrivato ci guarda, e noi guardiamo lui.
Sulle braccia, sul dorso, ha tatuato il marchio dell’appartenenza: Crociera Ecce Homo.

Daniela Pinna

(Installazione di Bruno Meloni sul Bastione di Santa Croce).

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail