Il postificio dei partiti!

In Germania i socialdemocratici approvano la legge sul salario minimo, in Italia invece combattono il reddito di cittadinanza per eliminare l’unico dispositivo capace di far da paracadute alla discesa dei salari.
Siamo l’unico paese occidentale dove la “sinistra” non svolge nemmeno più la sua funzione minima di moderare gli appetiti schiavisti del padronato.
————————–
Ieri ero in ufficio elettorale per ritirare la tessera per votare, quando arriva un’anziana signora accompagnata da due vigili.
Camminava a mala pena, e si era fatta sostenere dai due per poter fare la piccola scalinata per entrare in ufficio.
Arrivata davanti allo sportello chiede la tessera, e mentre aspetta che l’impiegato la stampi gli dice “Le donne ci hanno messo decenni ad ottenere il diritto di voto, è la nostra unica arma per far sapere che esistiamo ormai”.
Ottenuta la tessera sembrava soddisfatta: aveva il suo mezzo per far sapere ai “politici” che lei c’è, li controlla, può dire la sua.
Per quanto ormai sia disilluso sulla cosidetta democrazia, ho avuto un attimo di commozione: quella donna ancora crede nel valore del voto come atto di autodeterminazione individuale e di genere.
Subito dopo mi è salita la rabbia:
quanta fede e speranza è stata tradita dai partiti, diventati postifici per i servi dei padroni invece che collettori di istanze d’emancipazione.
Federico Leo Renzi