Il testo integrale della PROPOSTA DI LEGGE del deputato PD FRAILIS per l’Istituzione dell’Accademia di Belle Arti in Cagliari

ONOREVOLI COLLEGHI!

– Cagliari è prima in Europa per emigrazione giovanile e dispersione scolastica, l’unica città metropolitana, capoluogo di regione, ancora priva, nel 2020, di un istituto pubblico per l’alta formazione artistica.

Il fatto che Cagliari non abbia mai avuto un tale istituto costituisce un’anomalia che ha origini nel passato.

I licei artistici furono istituiti nel 1923, con la riforma Gentile che mise a sistema l’istruzione liceale artistica superiore, laddove esistevano da secoli delle accademie.

Cagliari costituisce un’anomalia perché non ha mai avuto un’accademia, eppure ha un liceo artistico e musicale.

In tutti questi anni l’anomalia ha continuato a esistere nonostante il palese paradosso dei numeri: a Cagliari, all’inizio dell’anno 2019, gli studenti iscritti al liceo artistico e musicale erano poco meno di 900 e se si pensa che Roma, con i suoi quasi 3 milioni di abitanti, aveva 1.200 iscritti si capisce l’urgenza di correggere questa anomalia.

Il liceo artistico nasce a Cagliari come istituzione privata parificata alla metà degli anni cinquanta e diviene scuola pubblica nell’anno scolastico 1967/1968. Hanno insegnato al liceo « Foiso Fois » gli artisti Italo e Romano Antico, Gaetano Brundu, Attilio Della Maria, Caterina Lai, Luigi Mazzarelli, Mirella Mibelli, Giovanni Nonnis, Primo Pantoli, Igino Panzino, Giuseppe Pettinau, Giorgio Princivalle, Rosanna Rossi, Pinuccio Sciola, Ausonio Tanda, Lalla Lussu, Antonio Mallus, Mimmo Di Caterino e Barbara Ardau.

Nel panorama artistico contemporaneo spiccano alcuni allievi del liceo cagliaritano come Federico Carta, noto come « Crisa », Manu Invisible e il grafico Frank Liori.

Da settembre 2015 è attivo anche il liceo musicale annesso al liceo artistico. Il « Foiso Fois » è il più grande liceo artistico e musicale della Sardegna, conta 873 iscritti per il prossimo anno scolastico 2020/2021 e serve un ampio bacino territoriale di utenza, che va dalla città metropolitana di Cagliari a località distanti oltre 50 chilometri dalle sedi scolastiche, le più lontane a 80 minuti di percorrenza con i mezzi pubblici.

Questo capitale umano costituisce evidentemente una potenziale numerosa utenza per un’accademia di belle arti a Cagliari.

Le opportunità di formazione post diploma a Cagliari e in Sardegna sono davvero ridotte al minimo, a dispetto del diritto allo studio sancito dalla Costituzione, e questa situazione risulta ancora più grave per i costi legati alla condizione di insularità, considerato che la continuità territoriale rimane solo presunta, e avvantaggia solo gli studenti delle classi più abbienti, lasciando quelli delle fasce socialmente ed economicamente svantaggiate senza la possibilità di proseguire gli studi in campo artistico.

Il fatto che a Sassari esista un’accademia delle belle arti non preclude la possibilità che ne possa esistere una anche a Cagliari: ad esempio, il conservatorio, in cui si insegna l’alta formazione musicale, esiste in entrambe le città. Un’accademia a Cagliari, inoltre, raccoglierebbe un bacino di utenza più ampio per la presenza di licei artistici a Quartu Sant’Elena (liceo scientifico e artistico « G. Brotzu »), a Iglesias (liceo scientifico e artistico « G. Asproni ») e a Oristano (liceo artistico « Carlo Contini »).

La presente proposta di legge intende, quindi, istituire l’Accademia dell’arte, con sede a Cagliari, con l’intento di creare figure professionali riconosciute tramite un apposito attestato, assicurando così ai giovani artisti sardi condizioni di pari opportunità rispetto ai loro colleghi del continente e prevedendo stage che uniscano formazione e avvio al mondo del lavoro, attraverso accordi con le maggiori realtà del settore a livello nazionale. L’Accademia costituirà un luogo di alta formazione, di specializzazione e di ricerca nel settore artistico, per quanto concerne sia la tecnica tradizionale sia quella sperimentale più avanzata.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather