Intervista a Patrizia Lo Feudo

Quando e come nasce il tuo percorso artistico?

Da piccola mi dilettavo a disegnare e riprodurre i personaggi dei fumetti.

A 13 anni ho iniziato a realizzare i primi dipinti olio su tela suscitando interesse in chi li vedeva e ricevendo le prime richieste.

Inizialmente non volevo separarmi dalle mie opere considerandole mie creature, ma nel tempo le insistenti richieste fecero diventare questa mia passione un lavoro vero e proprio.

Quali persone, artisti ed episodi hanno influenzato maggiormente il tuo operare?

Mi sono da subito ispirata a pittori figurativi quali Tommaso Ferroni e i più famosi Caravaggio e Francois Boucher.

Cosa cerchi attraverso la forma d’arte che utilizzi?

Cerco di comunicare il mio pensiero mettendo in scena tutto quello che più mi colpisce, che mi disturba, quasi a voler scaricare le emozioni negative.

C’è una parte nella tua ricerca artistica di cui vorresti parlare in particolare?

Quello che mi sta più a cuore è il progetto che sto realizzando in questo momento intitolato “Save Me”.

E’ un lavoro dedicato ai bambini di diverse etnie, vittime di guerra, povertà, abusi e qualsiasi altra forma di violenza.

Il mio vuole essere un “urlo” in grado di attirare l’attenzione verso queste creature indifese che spesso sono le vittime di una società indifferente dove anche la serenità dell’infanzia viene negata.

Qual è il tuo rapporto con il mercato?

In questo periodo sento di riprodurre la realtà purtroppo drammatica che ci circonda “le guerre” e le loro conseguenze, questo sensibilizza ulteriormente chi è già attento al problema, ma chi vuole fuggire dalla triste realtà… fortunatamente trova attrazione nei dipinti che realizzo nei momenti in cui anche io cerco attimi di serenità, evasione e libertà, dipingendo quindi i cavalli, questo mi permette di rimanere sul mercato dell’arte.

Cosa consiglieresti ad un artista che vorrebbe vivere d’arte?

Fare un lavoro che si ama è molto appagante soprattutto per quanto riguarda la propria interiorità, dà grandi soddisfazioni se si è disposti a sacrificare alcuni aspetti della propria vita, l’importante è seguire i propri sogni.

Siti web: 

http://www.patrizialofeudo.com

http://www.myspace.com/patrizialofeudo

https://www.facebook.com/patrizia.lofeudo.3?lst=100003490378080%3A1549493362%3A1496908143

Francesco Cogoni.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail