Intervista ad Andrea Cannucci

Come e in che contesto ti sei avvicinato per la prima volta alla musica ?

Scrivo canzoni dall’età di 14 anni… ,  sin da bambino i miei genitori mi hanno cresciuto facendomi ascoltare Guccini e i Nomadi i quali penso abbiano influito molto sulla mia crescita artistica e musicale.

Quanto influisce la realtà nei tuoi testi ?
Influisce tanto.

Spesso racconto di storie che sento ai telegiornali, mi affascina molto cercare di capire la pazzia umana, spesso e volentieri però i miei testi parlano di me, delle mie esperienze di vita o dei miei desideri.

Qual’è il tuo rapporto con il dolore ?

Ci convivo ogni giorno.

Ho un rapporto molto particolare con il dolore, penso che senza il dolore non possa esistere la felicità.

Per arrivare ad essere felice secondo me un essere umano deve affrontare il dolore.

Cosa ti ha lasciato il percorso fatto con i The Erotik Monkey ?
Mi ha lasciato tanto sia a livello umano che a livello professionale è stata un esperienza magnifica con delle persone magnifiche che reputo fratelli.

Purtroppo però la “magia”(a livello musicale) con gli Erotik era finita è stato giusto prenderne atto ed andare avanti.

Artisticamente dove sei ora ?
Ho già scritto tanta roba e sto tirando su un nuovo progetto, spero di poter farvi sentire qualcosa al più presto.

Alcuni dicono che “o si vive di arte o non si può farne di buona”, cosa pensi di un’affermazione di questo tipo ?
Io penso che l’arte, (nel mio caso scrivere canzoni) se uno non ce l’ha dentro da sempre è difficile che tiri fuori qualcosa di eccezionale.

L’arte è una parte importante della mia vita, senza, difficilmente riuscirei ad andare avanti.

Hai obbiettivi o sogni per il futuro ?

Sopravvivere un altro anno e non morire.

Cosa consiglieresti ad un giovane appassionato di musica che teme di non farcela ?
Ad un giovane appassionato di musica io consiglio di suonare, che la musica diventi la sua aria e la sua ragione di vita, se ci riesce avrà già raggiunto il suo obbiettivo.

Francesco Cogoni.

Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather