La Giostra e il Tempo – Identità in cammino tra archetipi e spade

La Giostra e il Tempo – Identità in cammino tra archetipi e spade

Dal 19 al 26 Febbraio 2020 presso Librid in Piazza Eleonora 4, Oristano
Inaugurazione: 19 Febbraio 2020 ore 19:00

Un itinerario nel tempo e oltre il tempo alla scoperta della Sartiglia, giostra equestre oristanese, che ancora oggi conserva aspetti archetipici e simbolici universali.

Il confronto tra le fonti è la base di partenza che consente di cogliere in maniera più approfondita i tratti essenziali della manifestazione, necessario per avvicinarsi ai diversi possibili livelli di lettura e poi immergersi negli aspetti più affascinanti e misteriosi.

La mostra video-fotografico-installativa, curata da Francesco Giorico, raccoglie un corpus di testimonianze che spaziano dalle suggestive foto storiche ai documentari interdisciplinari, dagli articoli di giornale ai cimeli delle Sartiglie d’altri tempi. Un’esperienza immersiva, lungo il filo rosso che lega passato e presente alla contemporaneità.

La selezione di fotografie d’epoca, a cura di Moreno Serra, che comprende scatti dagli anni ‘50 ad oggi, offre un punto di vista differente rispetto alle classiche immagini volte a restituire un qualche cliché rappresentativo della manifestazione. Si tratta qui, invece, di una raccolta che pone l’accento sulle originali visioni del pubblico, e che permette al visitatore di immaginare le metamorfosi avvenute di edizione in edizione, attraverso dettagli rivelatori di suggestive storie dentro la storia.

Il percorso prosegue con la selezione audiovisiva, a cura di Nicola Marongiu e Cinzia Carrus, autori di cinque video proposti: tre documentari e due cortometraggi che pongono il visitatore davanti a orizzonti, a volte, (apparentemente) in contraddizione tra loro. Affiorano quesiti, connessioni, in una dinamica nella quale elementi riconosciuti come identitari vengono messi in discussione e vissuti nelle più varie prospettive, specchio delle molteplici “anime” della Sartiglia.

A completare il percorso, sessanta intensi minuti di video realizzati da Rafaele Sanna, selezionati e divisi per aree tematiche da Nicola Marongiu e Cinzia Carrus. Nei video-reportage di Rafaele Sanna, analogamente a quanto proposto con la selezione fotografica, si trovano scorci di vita di Sartiglia dal 1965 al 1997, con un approccio non teso ad una rappresentazione celebrativa dell’evento o della propria abilità a ritrarlo, bensì estremamente intimo e acutamente dedito a documentare attimi di autentica partecipazione alla giostra e alla festa.

Ulteriori fondamentali documenti nel percorso sono gli articoli tratti da testate giornalistiche sarde dalla fine del 1980 in poi, selezionati da Moreno Serra, che permettono di indagare nel mondo delle cronache di Sartiglia e di osservare anche come il modo di raccontare gli eventi si sia trasformato nel corso dei tempi.

Gli oggetti di Sartiglia, tra simbolo e feticcio, compaiono nel percorso con l’essenziale selezione proposta da Francesco Giorico, composta da su stoccu, una maschera storica del Gremio dei Contadini, la stella, rosette e rosoni, concludono il viaggio di archetipi e spade, nel segno di una delle giostre più coinvolgenti e sfaccettate del mondo.
Testo di Nicola Marongiu e Cinzia Carrus

Selezione fotografie e articoli di giornale a cura di Moreno Serra

Video a cura di Nicola Marongiu e Cinzia Carrus

Mostra a cura di Francesco Giorico

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather