La libertà d’essere un giocattolo!

C’è qualcosa di vagamente inquietante in questo tentativo di bambolificare il proprio corpo… , una sorta di ricerca ascetica della purezza, ridotta da valore spirituale a plastificazione della carne.
L’Impero del Bene arriva qui al suo collasso concettuale:
l’assoluta liberta dell’individuo si concretizza nella sua rinuncia a qualsiasi individualità a favore di un modello impersonale di perfezione tratto dal mondo dei giocattoli.
Federico Leo Renzi