La linea di San Michele Project: Antonio Milanese!

La linea di San Michele Project:

Punto 1, Antonio Milanese.

“Caro Mimmo: mammone che spaventa sia gli invisibili padroni delle multinazionali, sia gli artisti omologati alla cultura trash del capitalismo contemporaneo.
La penso come te: bisogna sempre offrire una posizione alternativa e di nuova lotta per la massa globalizzata.
Bisogna combattere per mettere in pratica il tuo pensiero sulla visione dell’arte.
Sei sulla buona strada, sei l’unico che illustra e mette in evidenza le contraddizioni dell’arte contemporanea in pieno transumanesimo per il postumanesimo.
Mi ha colpito il progetto la linea di San Michele….
Da circa vent’anni che m’ interessano le storie del potere religioso e politico con i loro messaggi simbolici.
Per una serie di circostanze oniriche, ho realizzato quadri e brevi concetti che ho datato.
Nei miei quadri predomina il fondo nero, da cui nasce l’enigma, la metafisica e tutto ciò che si è realizzato intorno ad esso.
Nelle mie ricerche spinte da stimoli interni ho fatto delle ricerche sempre da basi storiche e da cronisti dell’epoca a partire dal quattrocento.
Documenti che riguardano i miei avi, ti parlerò da vicino perché la storiella è lunga e piena di imprevisti , pensiero e logica immaginativa.
Durante le ricerche leggevo Jean Baudrillard, Satre, Zizek….”.