“La maglia di Lil Pump la si paga in euro o in dollari?”

Improponibile guru generazionale viene fotografato dalla signora madre mentre riflette sul modo di combattere il neoliberismo.

Come sempre la suddetta madre ha qualcosa da ridire

M:” Sembri un incrocio fra un monaco e un tossico”

Io: “Il capitolo sull’estetica dell’intellettuale antiliberista lo devo ancora pensare, per adesso mi arrangio con quello che ho in armadio”

M:”E i Joy Division farebbero antiliberista adesso?”


Io: “Sì, c’è quel misto di depressione post-industriale e da taglio del welfare che li rende buoni per ogni occasione”


M:”Cosa vuoi che ti regali per Natale?”


Io:”Io avevo pensato a 3 felpe: Lil Peep, Suicide Boys e Lil Pump”


M:”Sta deriva Trap ti farà perdere l’ultimo residuo di credibilità che ti rimane”


Io:”Allora chiedo ad un fra di farmi la felpa con la foto di Mark Fisher”


M:”Ecco meglio, almeno sembri giovane ma serio”


Io:”Ma guarda che Mark Fisher era così serio che è morto suicida”


M:”La maglia di Lil Pump la si paga in euro o in dollari?”

Buonefeste a tutti a proposito

Federico Leo Renzi

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather