LA RANA BOLLITA A STELLE E STRISCE  

LA RANA BOLLITA A STELLE E STRISCE

La NATO (leggi gli Stati Uniti) contraddice Zelensky:
la Crimea non sarai mai russa.
Vi siete mai chiesti come sia possibile che in un qualsiasi blockbuster americano, anche non esplicitamente a sfondo bellico (da King Kong a Transformers, da Iron Man a Jurassik Park), siano sempre presenti carri armati, sommergibili nucleari, elicotteri, cacciatorpedinieri, personale addestrato con divise d’ordinanza, et cetera?
Computer grafica?
Barbatrucchi cinematografici?
Gli epigoni di Carlo Rambaldi?
No no, quegli armamenti sono assolutamente veri e vengono prestati a Hollywood direttamente dall’esercito a stelle e strisce.
Il Pentagono è co-produttore (almeno fino dai tempi della Seconda Guerra Mondiale) di una lista lunghissima di film, serie tv, programmi e show televisivi che vengono attentamente visionati e modificati secondo le esigenze del Dipartimento della Difesa.
Le produzioni hollywoodiane presentano lo script per chiedere l’accesso alle risorse militari per la realizzazione dei loro film/serie televisive.
Per ottenere la piena cooperazione i produttori devono firmare contratti super-vincolanti che li bloccano nel caso in cui una sceneggiatura non sia approvata dai militari e non risulti consona alla dimensione ideologico-propagandistica che il Pentagono ritiene idonea alla descrizione del momento storico in questione e agli interessi economici-culturali americani.
Capite bene allora che gli Stati Uniti dispongono quindi non soltanto dell’esercito e degli armamenti più potenti al mondo (800 miliardi all’anno in spese militari) ma anche del controllo diretto del nostro immaginario e della relativa mappatura morale.
Siamo sempre dalle parti della rana bollita di Chomsky.
Cosa c’entrano gli USA con l’Ucraina?
Niente in teoria, così come non c’entravano nulla con Iraq e Afghanistan.
Stando al New York Times l’intelligence americana ha però contribuito a uccidere una quindicina di generali russi.
Gli USA forniscono armi, supporto logistico, basi di addestramento all’Ucraina almeno dal 2014, tutto normale?
Che mandato hanno gli Stati Uniti?!
Chi gliel’ha conferito?
Il futuro dell’Ucraina e le eventuali trattative con la Russia li decidono loro o il governo locale?
Se al loro posto, a finanziare e a riempire di armi un Paese che sta dall’altra parte del globo, ci fossero l’Argentina, Cuba o l’Australia, continueremo a fare spallucce e a non vederci nulla di anomalo?
Siamo talmente assuefatti al ruolo degli USA come gendarmi del mondo, abbiamo visto così tanti film in cui gli americani salvano il pianeta da nazisti, mafiosi, russi, extraterrestri, terroristi islamici e capi della Spectre che, anche davanti al rischio sempre più concreto di un conflitto nucleare, non riusciamo a vedere che c’è un problema grande come una casa e che non possiamo più permetterci di fare finta di nulla.
Piero Tomaselli