La speranza che Donald Trump smantelli la NATO

E così in America protestano per strada, alcuni contro Trump, alcuni contro chi protesta contro Trump, e mentre delle famose cantanti denunciano le pessime battute sessiste del nuovo presidente ma cavalcano cazzi enormi nei loro spettacoli, i commentatori europei sottolineano quanto questo nuovo Presidente sia imprevedibile, e paventano che smantelli tutte le cose stupende attuate da Obama, cioè, spiegano, l’Obamacare e i trattati di libero scambio.

Ma come si fa a mettere sullo stesso piano una riforma della sanità e il sostegno a trattati sovranazionali che asserviscono gli Stati alle multinazionali?

Li ascolto chiedendomi se mentano consapevolmente o se ormai nemmeno se ne rendano più conto.

Si scordano ovviamente delle bombe e dei droni scatenati nel corso dei due mandati dal presidente uscente: Afghanistan, Libia, Iraq, Siria, Somalia, Ucraina.

Milioni di morti, che Premio Nobel per la pace mai fu più azzeccato.

E non scordiamoci della NATO.

Sapete vero che cos’è la NATO?

È una alleanza militare tra gli USA e diversi paesi europei creata per difendere l’Europa dalla minaccia militare della Russia sovietica.

Ora, magari a qualcuno è sfuggito, ma la Russia sovietica è scomparsa da venticinque anni.

Non sarebbe logico smantellare anche la NATO?
Guardando questa sciarada, faccio a pugni con l’idea davvero indigesta che questo ignorante, retrogrado, maschilista, imbalsamato, becero e disonesto miliardario americano coi capelli arancione si trovi ad incarnare la migliore speranza disponibile.

Stefano Re

https://youtu.be/W79l4OfvUFs

Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather