L’ARTISTA CONNETTIVO CHE NON TOLLERA L’INGIUSTO

L’ARTISTA CONNETTIVO CHE NON TOLLERA L’INGIUSTO

“L’uomo perfetto usa la mente come uno specchio.
Non trattiene niente; non rifiuta niente; riceve ma non prende”.
Chuang Tzu

Se l’obiettivo dei linguaggi dell’arte in questo secolo è quello di formare artisti e pubblico che sappiano essere critici a tutela della stessa essenza del linguaggio, che sappiano porsi in una condizione non passiva verso i messaggi di mercati e politici, insegnando che l’obbedienza non è una virtù ma una forma di vigliaccheria intellettuale, lo stimolo adeguato deve passare per l’educazione al cervello connettivo e collettivo dell’arte, nell’ambito della pubblica istruzione e ricerca artistica.
La libertà e la conoscenza dei linguaggi dell’arte deve passare per la conoscenza a la valorizzazione del sé, i linguaggi dell’arte devono sapersi costituire come media di un colloquio costruttivo fondato sul rispetto della ricerca dell’altro, sul desiderio di comprendere ed imparare dal linguaggio dell’arte dell’altro.
La ribellione e la reazione dei linguaggi dell’arte all’omologazione dei mercati, non deve essere emotiva o istintiva, deve essere lenta elaborazione connettiva e collettiva, evoluzione razionale del colloquio con l’altro.
L’artista connettivo critico naturalmente mirerà a ridurre disuguaglianze ed ingiustizie.
L’istruzione artistica è scienza della comprensione dell’altro che aiuta ad aprire la mente ed armonizzarla con il tutto.
L’artista è l’artista, con la sua identità, la sua cultura e la sua storia e memoria, ma da solo non è nulla, niente se non un prodotto sul quale il mercato investe o meno.
Il barbiere, l’artista, lo scienziato, l’intellettuale, il giornalista, hanno dei talenti utili alla comunità, quando avallano distinguo e divisioni del linguaggio alimentano i distinguo tra ricchi e poveri, tra privilegio e marginalità, offendono la dignità dell’uomo che si fa linguaggio dell’arte, sempre si sia ancora in condizione di alimentare una connivenza tra etica ed estetica.

Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather