Le Louvre

 

Pubblichiamo questo testo pop anni ottanta, su segnalazione dell’artista Sassarese Levantium, correva l’anno 1983 e il panorama pop italico sembrava già sapere dove saremo andati a parare, quando la storia è chiara non è poi così difficile leggere il futuro…

A-144193-1247322244.jpeg
“La carriera artistica fu abbastanza breve. Nel 1982 viene messa sotto contratto dalla Dischi Ricordi, e grazie all’importante contributo di Enrico Ruggeri, autore dei testi dei 45 giri Tenax e Le Louvre (musiche di Stefano Previsti), Diana Est ottiene un successo praticamente immediato. Il nome Diana era stato scelto in onore della dea romana della caccia, mentre Est ricorda il verbo latino “è”. Dotata di una voce non particolarmente memorabile, Diana aveva un aspetto androgino, caratterizzato da un abbigliamento che ricordava nelle prime apparizioni televisive l’antico peplo. I produttori creano per lei un personaggio sospeso tra l’antichità classica e il futuro prossimo, con alcuni (superficiali) accenni all’estetica new wave.” Fonte Wikipedia

“Per molti secoli, quei nobili, sono rimasti esposti sempre immobili con una voglia intensa di entrare nei bistrot.

Nuove letture con tecnologia ce li rivelano in dorata prigionia.

Tempi di convenzioni, di provincialità. Fuori dai musei nuovi amici miei si distruggerà la civiltà delle banalità.

Su seguitemi ( Le Louvre ) esibitevi ( Le Louvre ) alta moda va ( Le Louvre ) vincerà chi si distinguerà.

Computer dimmi se, di nuovo liberi con la Gioconda corrono nei vicoli. Tempi di mutamenti, nuove modernità…”

Levantium Sassari

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather