Linea di San Michele: Punto cinque.

Linea di San Michele:

Punto cinque.

L’attuale sistema di mercato dell’arte fonda sull’utilizzo d’un esercito d’intermediari, che non sono null’altro che comparabili a mercanti di pecore, paiono così escatologici che si nutrono ingozzandosi di mosche in cerca d’apparenza che ambiscono solo ad apparire, si muovono vorticosamente intorno al cervello, dandosi il tono di giudici idioti che prendono sul serio le scempiaggini dei mercanti di pecore.
Gli interlocutori investitori del mercante di pecore, hanno occhi di pesce e bocche voraci larghissime, vanno in giro con un forcone che utilizzano per imporsi sull’altro: come tutti coloro su cui si fonda il sistema, sono la personificazione dell’ipocrisia.
Chi attesta l’intermediazione di tale mediocrità artistica, culturale e spirituale?
Osservatori ignoranti che alimentano un mercato escatologico e ignorante.