LUCA MORISI vs MIMMO LUCANO

LUCA MORISI vs MIMMO LUCANO

Non c’era certo bisogno di un’indagine della magistratura per capire che tipo di persona fosse Luca Morisi.
Giustizia a orologiera?
Molto probabile, come già successo tante volte in questo Paese con dei magistrati che entrano a gamba tesa nell’agone politico a pochi giorni dalle elezioni…
Come il suo collega Casalino, che ha sostenuto che vecchi e down gli suscitano ribrezzo, sarebbe bastato leggere i post che scriveva per Salvini per farsi un’idea del personaggio.
Chi si è sorpreso nell’apprendere che facesse uso di droghe e partecipasse a festini promiscui, come peraltro da gloriosa tradizione del centro destra italiano, salvo poi scagliarsi sui profili social del Capitano contro omosessuali, rumeni e drogati, dimentica che l’ipocrisia, la mancanza di vergogna e la schizofrenia rappresentano il tratto più distintivo della comunicazione politica contemporanea.
Piuttosto ci si dovrebbe domandare se sia un bene che la politica (tutta la politica non soltanto la Lega di Salvini) abbia oramai totalmente abdicato a social media manager, spin doctor e influencer, spostando la discussione sul bene pubblico dalle aule dei parlamenti alle piattaforme digitali della click democracy.
Mimmo Lucano condannato a 13 anni e 2 mesi.
Anche in questo caso non occorre aspettare di conoscere le motivazioni per sapere che il sistema giudiziario italiano è in uno stato comatoso, con processi infiniti, sentenze politicizzate e ideologiche, magistrati incompetenti e corrotti.
Senza una giustizia efficiente ed equa non usciremo mai dal guano.
Chi per disgrazia ha avuto a che fare con tribunali e processi sa che sono il vero e proprio vulnus di questo Paese.
Piero Tomaselli
Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather