Ma il primario e i medici di quel reparto?!

Il punto non è che esistano degli sbarellati, paranoidi, dementi.
Il punto è cosa cazzo ci facesse una troupe televisiva in un reparto di terapia intensiva a “intervistare” e a esporre al pubblico ludibrio un moribondo no vax per spiegare al pubblico di la7 quanto fosse cretino.
Ma perché? Intervistando una nonnina ultra-cattolica devota di Padre Pio avrebbero ottenuto risposte più sensate e più in sintonia con il sedicente paradigma scientifico di cui si vogliono fare portavoce?
Estorcendo con la forza le ultime parole terrene del Testimone di Geova compagno di stanza del no vax che rifiuta la trasfusione di sangue per motivi religiosi avrebbero forse aggiunto un altro tassello all’eterna lotta contro il fanatismo?
Ma la privacy?!? Ma il rispetto per chi lotta tra la vita e la morte?
Ma il riserbo e il silenzio davanti al dolore?!
Ma il primario e i medici di quel reparto?!
Piero Tomaselli