Mario Merola sciamano del M5S?

Più che da Grillo, il M5S sembra essere eterodiretto da Mario Merola, è sempre tutto una sceneggiata.

Da mesi, PD e pentastellati sono impegnati in una ‘contradanza’ sulle regionali, che al momento registra almeno una convergenza (Liguria).

Poco tempo fà, Grillo dice della Raggi “Roma non ti merita” (un modo elegante per giubilarla).

Poi la Raggi che, a regola dei due mandati vigente, dichiara di volersi ricandidare.

Quindi la chiamata ferragostana al voto su Rousseau su due quesiti: abolizione del ‘due mandati’ per le amministrative, e via libera alle alleanze locali anche con partiti.

Insomma un voto per decidere su due questioni già aggirate nei fatti.

Un voto, peraltro, cotto-e-magnato, annunciato solo pochi giorni prima, oltre che in pieno agosto.

Con Di Maio – che le alleanze col PD le ha sempre viste come il fumo negli occhi – che fiuta il vento e si schiera per il si; e Grillo che punta a strutturare l’alleanza, e quindi si fa ratificare dalla base decisioni già operative.

Quanto alla Raggi, la sua giocata d’anticipo punta a spiazzare il PD, sperando che alla fine ceda sul suo nome pur di raggiungere l’accordo; o, mal che vada, a sperare nel ballottaggio con la destra, dove i voti di csx arriverebbero anche se obtorto collo.

P.S.
Per far uscire Roma dalla fogna in cui sta sprofondando (tra l’altro, è pur sempre la Capitale!), ci vorrebbe un sindac* autorevole, competente, con una chiara visione del futuro. E, soprattutto, almeno altre cento persone – capaci, competenti e motivate – da immettere nell’amministrazione per rivoluzionarla.

L’una cosa senza l’altra, semplicemente non servono.
Il M5S non ha né l’una né l’altra.

Il PD a stento potrebbe rimediare l’una.
Quanto all’opposizione di destra, dalle Alpi a Lampedusa sono degli stracciamutande, come e peggio degli altri.

Più incompetenti, più famelici, più sguaiati.

Né Roma né l’Italia usciranno da questo mefitico pantano.

Enrico Tomaselli
Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather