Massimiliano Mirabella: “Omaggio a Gennaro Cilento”

Gran parte della ricerca di Massimiliano Mirabella è impostato sulla figura del Minotauro, tra mitico e mitologico, a Forza D’Agrò ha pensato all’energia di Gennaro Cilento come un Minotauro, costretto a fermarsi nell’incessante movimento di percorso nei meandri labirintici della sua psiche e ricerca, accanto a lui una figura di donna l’accompagna nei suoi ultimi momenti.
Il Minotauro nudo, sostenuto e accompagnato da una figura femminile (perché no una Dea Madre?), nei suoi ultimi momenti, con toni di pittura che sembrano grumi sanguigni , non può che riportarci a una certa idea d’inconoclastia classica che era uno dei tratti distintivi del Mario Pesce a Fore.
Poetico, intenso e lirico, Gennaro Cilento era del segno del Toro, lavoro simbolicamente da brivido, sembra portarci dinanzi gli ultimi momenti di Gennaro.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail