Mauro Tolu a Liberafest San Sperate

Il 25 aprile al Giardino Megalitico di San Sperate, per Liberafest, salirà sul palco un poeta cagliaritano, che ha ideato un bellissimo progetto che mette assieme poeti e musicisti chiamato Matitate dove la poesia diventa protagonista in condivisione tra pubblico e artisti.

1) cosa è per te la poesia?

Qualcosa che nasce dal cuore e che arriva agli occhi.

2) la poesia può essere un mezzo per comunicare messaggi sociali?

Lo è senz’altro Da anni mi dedico alla divulgazione della Poesia nelle sue più disparate sfaccettature

3) secondo te, oggi, si trova difficoltà ad avere spazi pubblici per promuovere readings letterari?

In passato ho trovato molta difficoltà A parte i circoli letterari, i locali sono piuttosto restii a concederti uno spazio. Da qualche anno io e il mio gruppo di Poeti siamo ospiti del Teatro Houdini di Quartu Sant’Elena

4) hai progetti imminenti?

Continuare a scrivere, come tutti i giorni.

5) cosa significa per te la partecipazione a Liberafest San Sperate?

Da anni mi occupo di volontariato. Non ho mai avuto barriere di nessun genere. Per educazione e per indole ascolto tutto e cerco di farmi un’idea. Vivere in una società come quella attuale dove ti costringe a catalogarti ed etichettarti imponendoti modelli, ha prodotto in me un fastidio silente. Vado controcorrente, raccolgo tutto ciò che gli altri lasciano, per incuria o supponenza. L’uguaglianza e il rispetto dei valori civili sono concetti per cui mi batto. Essere al Liberafest è far parte di me stesso, come indossare un mio vecchio vestito.

#restiamoumani

#Liberafest

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather