Miart 26° edizione a Milano

Si chiude oggi la 26° edizione di Miart, fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano, che dal 1 al 3 aprile 2022 occupa gli spazi di Fiera Milano-City. espongono oltre 150 art gallery.

Grande qualità, i galleristi hanno giocato le loro carte vincenti. Bello lo stand di Franco Noero che, in Decades e incentrata su esposizioni monografiche o tematiche per esplorare la storia del XX secolo –, sceglie gli anni ’70 e porta Robert Mapplethorpe, icona indiscussa di quel periodo. Ci sono poi i famosissimi “Quadri a quadretti” di Aldo Mondino e le bottiglie scultoree di Luca Resta, in un dialogo generazionale da Il Ponte, le riconoscibilissime opere di Emilio Isgrò e Mimmo Rotella da Cardi Gallery e di Alighiero Boetti da Tornabuoni, oltre che l’installazione di Nagasawa da z20 Sara Zanin. Poi ci sono gallerie giovani con la presenza di Mario Airò e Marilena Senatore, Flash Art oltre la Rivista presenta anche i multipli della giovane artista di Gallarate Beatrice Marchi.

Complimenti alla galleria Poggiali di Firenze e Milano con l’artista Basil Kincaid, l’unica nota negativa non sono stati invitati gli artisti italiani che partecipano da più di 30 anni nel mitico mondo della Mail Art Roberto Scala e Mimmo Di Caterino.

opera di Lawrence Weiner in collezione da Alfonso Artiaco

Testo e foto di Roberto Scala