Non notizia: Il Volo vota sì!

Certi artisti elaborano “prodotti” che sono lontanissimi dalla realtà politica, economica e sociale comune, mi chiedo sinceramente:

Perché un trio che ha reso la lirica melodica e pop, vincendo il Festival di Sanremo cantando d’amore si sente autorizzato a dare indicazioni di voto?
Non vi nascondo che non sono il “genere” di artisti che muovono il mio interesse e con i quali mi divertirei a relazionarmi dialetticamente e creativamente, ma non posso fare a meno di chiedermi:

Con quale dignità, artisti famosi che cantano l’amore, nel rispetto di tutti, sentono la necessità di dichiararci come voteranno? 


Se proprio ci tenete raccontarci dei vostri tormenti amorosi da Barbara D’Urso, c’è uno spazio consono a questo genere di promozione “culturale” (il genere di spazi che alimentano il personaggio pubblico nel ruolo artistico che fonda la sua fama sul tormento o il sogno d’amore), ma perché dovrebbe interessarci il vostro posizionamento di voto?


Più interessante il contenzioso tra Bobby Solo e la figlia, tanto per dire…

Adesso, seriamente, vi immaginate “Il Volo” fare delle profonde analisi politiche sulle ragioni del Sì?
Dopo Sorrentino, Benigni e Salvadores, adesso si comincia a vacillare dinanzi a tale spessore intellettuale.
P.S. Ma da quando chi vince un Festival di Sanremo è considerato un autorevole costituzionalista?

Please follow and like us:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather