Proibite facebook ai post quarantenni

QUARANTENNI ROBERTINI

Il più grande errore che si possa fare quando si parla di “social network” è quello di dire che Facebook sia una rovina per i ragazzi.

Gli adolescenti sono abbondantemente oltre Facebook, sono reattivi al cambiamento, stimolati sempre da nuove piattaforme e per loro il sito di Zuckerberg è ampiamente “old”.

La verità è che Facebook andrebbe tolto ai tanti 40enni e 50enni che -ingenuamente- l’avevano istallato per trovare i vecchi compagni di scuola, ed ora invece si ritrovano impantanati in inciuci di bassa lega, continui sfoghi verso nemici immaginari, sindromi compulsive da selfie e citazioni improbabile di Paulo Coelho.
Direbbe Troisi: ascite, toccate ‘e femmen (e pure i maschi), jat a rubbà.

Michele Del Vecchio

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail