Questi qui non coddano!

Ne parlavo qualche giorno fa con un compagno di cui non posso fare il nome (Sovjet).

Entrambi ci trovavamo d’accordo sul fatto che su Facebook ci sono persone molte colte, molto di sinistra, di notevole spessore intellettuale, che però dicono coglionerie degne del peggior fascio-leghista.

Insieme a questo compagno di cui non posso fare il nome (Sovjet), mentre sorseggiavamo una birra calda da quattro soldi di fronte ad uno dei tanti stucchevoli tramonti sul fronte occidentale, abbiamo discusso e indagato ardentemente sulle cause di cotale fenomeno ed entrambi siamo arrivati alla medesima conclusione:

questi qui non coddano!

E alla fine, per l’ennesima volta, torniamo a bomba su Lenin il quale, durante il secondo congresso dell’Internazionale Comunista, una sera tra il 19 luglio e il 7 agosto del 1920, sorseggiando una vodka calda da quattro soldi di fronte ad uno dei tanti stucchevoli tramonti di Pietrogrado, affermò in maniera perentoria:

“Chi non codda non può essere comunista!”

Antonio Musa Bottero

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather