REDUCTIO AD HITLERUM

REDUCTIO AD HITLERUM

Biden firma una legge già usata contro Hitler.
Putin si proclama il paladino dell’umanità nella nuova lotta contro i nazisti di Hitler.
Zelensky dichiara che Putin è come Hitler, forse pure peggio.

Il nostrano Enrico Letta asserisce che chi sostiene che si tratta di una guerra per procura (il liberale Caracciolo, il berlusconiano Santoro, la comunista Castellina, il democristiano Bergoglio) è un infame di merda e che la sua schifosa propaganda (pacifista) è come quella di Hitler.

Ma i copyrighters e i consiglieri dei potenti del mondo solo la Seconda Guerra e Hitler hanno studiato?

Mussolini? Franco? Pinochet? Pol Pot? Napoleone? Gengis Khan? Attila? Caligola?

No, sempre e soltanto Hitler e si va sul sicuro.

Come quello studente che si è preparato un unico argomento per l’esame e che, a prescindere dalla domanda che gli verrà rivolta, parlerà solo e unicamente di quello.
Ma se tutto è Hitler, niente più è Hitler e, nell’abuso generalizzato, ideologico e strumentale del paragone, la specificità storica e (im)morale dell’abominio nazista finirà per depotenziarsi e perdere di valore, diventando soltanto un guscio vuoto valido per tutte le occasioni e sempre pronto a ospitare nuovi contenuti.

 

Piero Tomaselli